Monday, May 14, 2007

Antropologando


Rubrica occasionale (modo elegante per dire che non mi ricorderò mai di scrivere un secondo posto su quest'argomento) che esplora i modi, costumi e credenze dei popoli nel mondo.

Questa settimana mi è capitato di leggere (ero a corto di materiale) il depliant per una carta di credito rilasciata dalla nota compagnia irlandese di voli low cost Ryan Air.
Inclusa nel pacchetto è un'asscurazione contro evenimenti gravi, per esempio:

incidente grave, decesso, licenziamento.


Gli irlandesi hanno sempre occupato un posto speciale nel mio cuore celtico, e questo crescendo che vede la perdita del proprio lavoro come alquanto più problematica della morte (e in effetti se ci pensi...) me li rende ancora più simpatici.

**********************************************************************************

An occasional column (an elegant way of saying I'll never get round to writing a second one) which explores the culture, customs, and beliefs of peoples around the world.


This week I happened to read a brochure for a credit card released by the wellknown Irish low cost airline Ryan Air (I had little reading material in the near vicinity).


Included in the offer was an insurance against serious mishaps, such as:

serious accident, death, job loss.


I've always had a soft spot in my Celtic heart for the Irish, and this crescendo of gravity which considers the loss of one's employment as somewhat graver than one's definitive demise (well if you think about it...) makes me all the fonder.

Labels: , , ,

6 Comments:

At 9:28 AM , Blogger angelo said...

Ci sono diverse cose più importanti della morte (o perlomeno, del pensare alla morte), ma sei sicura che alla Ryan Air le abbiano messe in ordine di importanza?

Anche a me gli irlandesi sono simpatici, anche se non sono ancora riuscito ad andare a visitare il loro Paese.

Certo che devi essere veramente a corto di roba da leggere per andare a vedere i depliant pubblicitari... dopo rimangono solo le clausole scritte in piccolo sui contratti di assicurazione e i miei racconti :-)

 
At 10:34 AM , Blogger Antonio from Italy said...

Gli irlandesi hanno una filosofia di vita che io non raggiungerò mai. Però mi applico e ogni tanto vado da loro a fare un ripasso :-)

 
At 3:52 PM , Blogger Bhuidhe said...

Angelo: la situazione era drammatica: pacchetto di fazzoletti o depliant. Ho pensato che forse il lessico nel depliant potesse tornarmi più utile.
Sarà un ordine sparso, ma fa effetto vedere la morte buttata lì così.
E raccmando calorosamente un viaggio in Irlanda (faccio da interprete).
E lo sai bene che stima ho per i tuoi racconti! :-)

Antonio: saggia decisione. Piena approvazione. :-)

 
At 12:15 PM , Anonymous Laura Costantini said...

Anch'io ho un cuore celtico. Sta per uscire il romanzo (mio e di Lory) su un strega irlandese EIBHLIN NON LO SA... edito da Maprosti&Lisanti. Se fai un salto sul loro sito puoi vedere la copertina. A presto. Laura

 
At 12:54 PM , Blogger Bhuidhe said...

Laura: grazie della segnalazione! Ovviamente ora vado a vedere. Poi naturalmente mi metto a leggere.

 
At 9:09 PM , Anonymous Anonymous said...

quello che stavo cercando, grazie

 

Post a Comment

Subscribe to Post Comments [Atom]

<< Home